News

Come attirare clienti in fiera:

consigli per ottimizzare le presenze e contatti del tuo stand in fiera

Servizi

Ogni espositore, azienda e fornitore che partecipa al mondo fieristico attende ogni anno il periodo più intenso di appuntamenti: investe tempo, energie e soldi ad allestire la sua presenza in fiera, arrivando tuttavia a ridosso del fatidico giorno chiedendosi sarà valsa la pena di questo investimento? Mi porterà dei clienti? Come faccio ad attirare i clienti in fiera?”

Da imprenditori come te, abbiamo studiato per anni il settore fieristico italiano ed internazionale, notando un errore molto comune e spesso cruciale per gli espositori: considerare la fiera il punto di inizio, la svolta che cambierà le sorti del proprio business.

La verità, invece, è che per attirare clienti in fiera bisogna iniziare a lavorare sull’evento molto prima, inserendo la fiera in se a metà del processo di acquisizione. Cosa deve includere, secondo la nostra esperienza, tale processo? E’ ciò di cui parliamo in questo articolo, nello specifico ti diremo:

  • Come organizzare la propria presenza in fiera per attirare clienti: Pre-Fiera
  • Come gestire al meglio la fiera per attirare clienti sullo stand: In Fiera
  • Come ottimizzare gli investimenti fatti in fiera per attirare clienti: Post Fiera

Come organizzare la propria presenza in fiera per attirare clienti: Pre-Fiera

Hai allestito uno stand ed esposto i tuoi prodotti ma la conversazione con i visitatori è più una presentazione generica dell’azienda invece che del prodotto? Investire in una presenza in fiera è finalizzato a raggiungere la fasi di contatto con i clienti, generare dei lead per poter vendere i nostri prodotti o servizi. Se tuttavia le conversazioni sul nostro stand svolgono funzione di presentazione e non di contatto capiamo che il processo di acquisizione cliente diventa molto più lungo di quanto stimato, con il rischio di non convertire mai un visitatore in cliente. Come evitare tutto questo?

Il nostro “funnel” di conversione, cioè il percorso che vogliamo far fare ad una persona per trasformarla in cliente, deve inevitabilmente iniziare prima della fiera. In particolare occorre che prima della fiera, i futuri visitatori conoscano già l’azienda e sappiano che sarà presente all’evento, in modo da attirarli in fiera. Per farlo, noi di Fairsgate ti possiamo suggerire di:

  1. Ottimizzare la propria presenza e strategia di marketing digitale: trovare punti di contatto con il proprio target di riferimento non è mai stato più facile grazie ad internet e le sue risorse. Strutturare una strategia di marketing digitale, seguita da un buon reparto marketing o agenzia esperta, ti permetterà di avere una prima “presentazione” con il cliente finale.

  2. Avere una banca dati:
    Una delle più grandi risorse messe a disposizione dal marketing digitale è la possibilità di poter raccogliere dati dagli utenti interessati. Parliamo di nomi, email, sedi di lavoro. Queste informazioni, integrate agli attuali clienti e potenziali contatti ricevuti da passaparola, devono essere organizzati in una banca dati aggiornata e costantemente incrementata.

  3. Comunicare alla banca dati la propria presenza in fiera, PER TEMPO:
    adesso che hai un elenco di persone che si sono rivelate interessate al tuo prodotto, interagendo con i contenuti o contattandoti in vario modo, non ti resta che comunicargli la tua presenza in fiera. Per farlo consigliamo l’utilizzo di un sistema mailing dedicato, con una newsletter appositamente ideata per spingere i contatti sul sito web dove potranno trovare dettagli sul prodotto e l’azienda.

    Prova anche tu a costruire il tuo sistema di mailing interno grazie a MailerLite, sistema gratuito fino a 1000 contatti. Puoi provarlo cliccando questo link. -> https://bit.ly/3eeTa49

    Attenzione però, se sai in anticipo che andrai ad una fiera ed in quale posizione sarà posizionato il tuo stand non aspettare gli ultimi giorni per comunicarlo: anche i visitatori hanno bisogno di organizzarsi, altrimenti non riuscirai ad attirare clienti in fiera!

  4. Cercare di agevolare l’organizzazione dei propri clienti e visitatori: per lo stesso motivo sopracitato, sarebbe consigliabile reperire degli inviti gratuiti dall’organizzatore da mandare ai clienti qualche giorno prima della fiera.

    Capendo che ciò potrebbe diventare oneroso in termini economici, in base al numero di clienti da invitare, si potrebbe sempre pensare di selezionare i clienti più importanti o interessanti, oppure premiare coloro che hanno mostrato più interesse per le nostre comunicazioni.

    Un’ulteriore azione utile ad attirare clienti in fiera sarebbe gestire da sé la registrazione direttamente online dei clienti “top di gamma”, cosi da essere sicuri di farlo per tempo ed averli al nostro stand in fiera.

I quattro passaggi trattati finora permettono di attirare clienti in fiera che siano consapevoli ed interessati al nostro prodotto, massimizzando l’investimento di denaro ed energie che gestire un evento comporta. Tuttavia ci sono mercati, aziende e clienti che non sempre riescono ad essere presenti al nostro evento per quanto lo vorrebbero: parliamo di contatti internazionali, overseas,  che per motivi logistici non riescono a vivere la nostra esposizione in fiera. 

E se ci fosse un modo per mantenere il contatto anche senza la loro materiale presenza sul nostro stand? Se potessero vivere la qualità del tuo investimento in fiera da qualsiasi parte del mondo, con tutte le informazioni e chiarimenti come se fossero lì al momento ed anche per un periodo di tempo maggiore di quello della fiera stessa? 

Questa è l’idea dietro il nostro servizio Stand365, scelto da sempre più aziende per congiungersi con i loro visitatori lontani ed attirare clienti in fiera da qualsiasi Paese: guarda come ne ha beneficiato l’azienda Mase al Salone Nautico di Genova 2021 

Visita lo stand365 di MASE


Come gestire al meglio la fiera per attirare clienti sullo stand: In Fiera

Finora abbiamo parlato di come attirare clienti in fiera, ma c’è un errore di fondo da non sottovalutare. Le persone ed aziende che attiriamo sul nostro stand NON sono clienti, ancora.
Quel che è decisivo per permettere questa conversione da visitatore a cliente è, appunto, la loro permanenza in fiera e nello specifico sul nostro stand.

Come offrire ai nostri visitatori l’esperienza di permanenza in fiera migliore e decisiva per convertirli in clienti? Ecco 3 consigli per ottimizzare la propria presenza in fiera: 

  1. Preparare un evento su misura della persona:
    Quando si organizza uno stand, spesso ci si focalizza interamente sul prodotto o l’azienda da esaltare. In realtà quel che fa la differenza è l’attenzione alla persona che visiterà il nostro stand. Si tratta di qualcuno che ha viaggiato per essere lì e che sta dedicando la sua giornata a quell’evento: distinguiti dalla massa di stand, instaurando un rapporto umano più che di business. Per farlo è consigliabile:
    1. Prevedere un angolo cibo sul nostro stand:
      sappiamo che ciò implica investimenti maggiori, ma la presenza di un angolo degli snack permette alla persona una pausa rigenerante che aumenterà la sua permanenza nel nostro spazio permettendoci di instaurare una conversazione più informale e diretta.
    2. Organizzare dell’intrattenimento rilevante:
      probabilmente avrai già sentito dire da colleghi o superiori che è importante offrire ai visitatori dell’intrattenimento, ciò si traduce in brochure, musica, attività interattive. Tuttavia bisogna stare attenti in quanto ci si deve ricordare il contesto in cui ci si trova ed il perché il visitatore vi si trova. Un giusto compromesso, a nostro avviso, possono essere degli incontri con personaggi rilevanti o delle testimonianze dirette di propri clienti soddisfatti.

  2. Comunicare alla propria banca dati: non abbandonare i tuoi contatti, anche se non sono potuti essere presenti in fiera vanno comunque tenuti aggiornati. Comunica con loro ogni giorno le novità che stanno avvenendo sullo stand, condividi immagini dalla fiera, interventi rilevanti ed aggiornamenti per farli sentire comunque partecipi ed invogliarti ad essere presenti in futuro.

    Organizza delle presentazioni dedicate ad un prodotto specifico, magari quello che ha destato più interesse, e rendilo un evento esclusivo per i tuoi clienti presenti e non.

    Allo stesso modo, per coloro che invece hanno confermato la propria presenza devi diventare un punto di riferimento: vengono per te, guidali, supportali ed orientali nella loro visita per far si che la loro attenzione rimanga su di te. E’ buona norma oltre che di enorme piacere per il cliente, essere contattato, anche telefonicamente, per sapere se ha bisogno di una mano, biglietti, consigli logistici. 

  3. Comunica all’esterno la tua presenza:
    come abbiamo detto nella fase di pre-fiera, è importante mantenere un contatto di “Awarness” verso gli utenti esterni, anche se non fanno parte della nostra banca dati. Il perché è semplice: le nostre attività, cura e comunicazione attiva potrebbero colpirli e generare nuovi contatti.

    Per farlo consigliamo di sfruttare i social media, identificando quelli dove il nostro target è più attivo per comunicare in modo semplice, trasparente e diretto cosa stiamo facendo in fiera.

    Per una comunicazione più specifica, settoriale ed autorevole sono consigliabili anche incontri con la stampa specializzata per divulgare quello che si fa in fiera ma anche per attirare l’attenzione dei clienti.
    Tutto questo permetterà il consolidarsi della tua notorietà aziendale e la costruzione di un “Branding” distintivo per la tua azienda rispetto ai competitors.


Come ottimizzare gli investimenti fatti in fiera per attirare clienti: Post Fiera

Hai seguito tutti gli accorgimenti detti sopra ed i tuoi due giorni in fiera sono andati benissimo? Ottimo, ma dopo cosa si fa: tutta questa fatica per ricominciare a lavorare come prima ed aspettare l’anno prossimo per un’altra fiera? No, no, no.

Come abbiamo detto, la fiera è il centro del tuo funnel per attirare clienti; al suo termine la tua attività di promozione non deve fermarsi ma ottimizzarsi. Ecco 3 consigli per gestire il post fiera in modo ottimale ed attirare nuovi clienti in azienda:

  1. Aggiorna la banca dati, integrandola con i contatti avuti in fiera:
    Hai invitato i tuoi contatti in fiera, generato qualche contatto e presentato i nuovi prodotti, ma la vera potenzialità della fiera è conoscere clienti nuovi!

    Non sottovalutiamo la possibilità di presentarci al meglio dal vivo ma attenzione: non dimenticare di aggiungere questi nuovi contatti nella tua banca dati per renderli partecipi delle tue attività e farli progredire nel processo di trasformazione da visitatore a cliente.

    Allo stesso tempo, seleziona quei clienti provenienti dalla banca dati che sono stati presenti in fiera e ringraziali, passando al punto successivo.

  2. Follow-up sui contatti avuti in fiera:
    I tuoi contatti sono venuti in fiera, ne hai conosciuti di nuovi e la permanenza all’evento sembra essere andata bene per i tuoi affari. Ma cosa fare quando i nuovi contatti lasciano lo stand? E’ fondamentale riuscire a farsi dare un loro contatto e comunicargli i contenuti discussi sullo stand entro massimo una settimana dalla fine della fiera. Ciò ricorderà loro l’esperienza e potrebbe essere decisivo nel generare la prima effettiva vendita!

  3. Aggiorna coloro che non sono venuti in fiera:
    Non tutti i tuoi clienti possono arrivare fisicamente sul tuo stand, per motivi di varia natura dalla logistica agli impegni di vita privata. Attenzione però, non per questo vanno considerati come “contatti di serie B”. Se li hai già informati durante la fiera, come consigliatoti al paragrafo precedente, non ti rimane che comunicargli il post-fiera. Invia loro una newsletter riassuntiva dell’evento, magari condividendo i momenti più importanti, ciò che ne hai guadagnato e le sensazioni provate. Informali di quanto sia stato piacevole ed interessante l’evento cosi da spronarli a partecipare la volta successiva. 

E se ci fosse un modo per portare anche quest’ultimi sul tuo stand? Se si potesse mantenere in vita il tuo stand nella sua interezza, anche al termine della fiera? Sicuramente il tuo investimento di energie, tempo e capitale sarebbe ottimizzato e permetterebbe un punto di contatto continuo con clienti sempre nuovi e per di più da tutto il mondo!

Questa è l’idea dietro il nostro servizio Stand365, scelto da sempre più aziende per congiungersi con i loro visitatori lontani ed attirare clienti in fiera da qualsiasi Paese. Il nostro servizio ha già permesso all’azienda Mase al Salone Nautico di Genova 2021 di espandere la durata spazio-temporale del suo stand, ricevendo nuovi visitatori ancora oggi: vuoi provare anche tu a visitare il loro stand? Clicca qui

Scopri come Stand365 può aiutarti a presentare in modo più dettagliato e funzionale il tuo prodotto o servizio ai nuovi visitatori o clienti che non sono potuti essere presenti, oltre che a coloro che magari possono essersi persi un’informazione cruciale. Non si tratta soltanto di una “mappa digitale” ma di una realtà aumentata, dove il visitatore può muoversi e godere di tutti i servizi dello stand originario: traduttori, depliant, dimostrazioni e quant’altro la tua azienda voglia mettere a disposizione. 

Fairsgate ti segue in tutte le fasi della fiera e con Stand365 hai un repertorio aggiornato dei tuoi visitatori per tutto l’anno, aiutandoti a fare un follow up sempre più mirato e di impatto.

Cosa aspetti? Vuoi massimizzare l’esposizione del tuo stand per le prossime fiere? Contattaci e scopriamo insieme la soluzione migliore per il tuo stand: Contattaci cliccando qui


Photogallery